A cura di
Andrea Quaranta
Giurista ambientale

DIRITTO DELL'AMBIENTE

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

DIRITTO DELL'ENERGIA

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

AA.VV. - Coordinamento di Andrea Quaranta

Responsabilità ambientale e assicurazioni

IPSOA

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

/Gestione dei rifiuti

Vicenda Eternit: le motivazioni della sentenza di condanna per Schimdheiny e De Cartier
16/05/2012

Sono state rese note da poche ore le motivazioni della sentenza del Tribunale di Torino che ha condannato Sthepan Schimdheiny e Louis De Cartier De Marchienne nella "vicenda eternit" di Casale Monferrato, imputati, inter alia, del reato di cui all'art. 437, commi 1 e 2 del codice penale, per aver omesso di:

  • controllare impianti, apparecchi e segnali destinati a prevenire malattie-infortunio e, in particolare, patologie da amianto (carcinomi polmonari, mesoteliomi pleurici e peritoneali, asbestosi o patologie asbesto correlate non di natura tumorale) presso gli stabilimenti di Casale Monferrato;
  • adottare idonei impianti di aspirazione localizzata, sistemi di ventilazione dei locali [...]
Nozione di scarico e di rifiuto allo stato liquido; stoccaggio in un auto spurgo
23/04/2012

In caso di scarico diretto di reflui aziendali e di abbandono in corso d’acqua di liquidi speciali non pericolosi, la natura di questi può essere accertata dal giudice anche in assenza di prelevamento e analisi dei campioni quando fornisca motivazione congrua, giuridicamente corretta e logica circa il significato concludente degli altri elementi probatori acquisiti. Integra il reato previsto dall’art. 256, comma secondo, del DLgs n. 152/06 l’abbandono incontrollato di liquami trasportati su auto spurgo, in quanto sono da considerarsi rifiuti allo stato liquido i reflui stoccati in attesa di un successivo smaltimento, fuori del caso delle acque di scarico, ossia quelle oggetto di diretta immissione nel suolo, nel sottosuolo o nella rete fognaria mediante una condotta o un sistema staile di collettamento.

Pneumatici fuori uso; rifiuti pericolosi o non pericolosi; disponibilità del fondo
16/04/2012

Ai fini della prova della realizzazione di attività di gestione dei rifiuti è irrilevante il fatto che l'imputato avesse o meno la proprietà del fondo, essendo pacifico che ne aveva comunque la disponibilità.

Affinché un veicolo sia considerato pericoloso, è necessario non solo che esso sia fuori uso, ma anche che contenga liquidi o altre componenti pericolose, perché altrimenti rientra nella categoria 16.01.06 e non è qualificato come pericoloso.

Realizzazione di una discarica di rifiuti; legittimazione ad impugnare; proprietario di un fondo confinante
28/03/2012

In materia di localizzazione di discariche di rifiuti inerti, non è sufficiente dedurre semplicemente di essere proprietario di area limitrofa per opporsi alla localizzazione di una discarica, senza specificare la qualità e l’entità del danno che tale localizzazione sarebbe in grado di arrecare, anche tenuto conto della peculiare natura della progettata discarica che dovrebbe accogliere solo rifiuti inerti. La mera vicinanza di un immobile ad una discarica per il trattamento e lo smaltimento di rifiuti non legittima il proprietario frontista ad insorgere avverso il provvedimento di approvazione dell'opera...

Le caratteristiche del combustibile utilizzato non mutano la natura del procedimento
07/03/2012

Le caratteristiche del combustibile utilizzato per l’alimentazione di un impianto di produzione di energia elettrica non mutano la natura del procedimento e le finalità per quali il provvedimento conclusivo viene emesso dall’Amministrazione; l'Art. 10 comma 1, lett. b), della L.241/1990 impone all'amministrazione di valutare gli scritti e i documenti prodotti nel procedimento dai soggetti interessati, e attribuisce ai soggetti, nei confronti dei quali il provvedimento finale è destinato a produrre effetti, il diritto di "presentare memorie scritte e documenti, che l'amministrazione ha l'obbligo di valutare ove siano pertinenti all'oggetto del procedimento".

Grafica: Andrea Quaranta © 2008-2017 Andrea Quaranta - P.IVA: 07754551005
Privacy Policy
Disclaimer Powered by Diadema Sinergie Hosting: EastItaly