A cura di
Andrea Quaranta
Giurista ambientale

DIRITTO DELL'AMBIENTE

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

DIRITTO DELL'ENERGIA

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

AA.VV. - Coordinamento di Andrea Quaranta

Responsabilità ambientale e assicurazioni

IPSOA

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

/Bonifica dei siti contaminati

Distinzione fra bonifica e rimozione dei rifiuti - TAR Brescia, n. 1148/10
20/06/2010

Occorre distinguere tra rimozione dei rifiuti e bonifica del sito: con la prima si pone fine a una discarica incontrollata, mentre la seconda si occupa della situazione di inquinamento che da tale discarica sia derivata. (Nella specie, il Collegio ha messo in evidenza che il provvedimento impugnato confonde invece questi concetti, e ordina la bonifica tramite rimozione dei rifiuti, alla quale non segue necessariamente la bonifica del sito). Il coinvolgimento del proprietario, e parallelamente del gestore della rete stradale, presuppone l’accertamento (in contraddittorio) della responsabilità nella causazione della...

Chi, come, quando, perchè è responsabile per la procedura di bonifica? - TAR Torino, n. 973/10
05/05/2010

Chi deve pagare per caratterizzare un sito potenzialmente inquinato? Quali sono le responsabilità connesse alla bonifica di un sito contaminato? E, soprattutto, su chi gravano? Infine, a chi deve essere indirizzata l’ordinanza che impone la caratterizzazione di un sito? Sono alcuni degli interrogativi più frequenti che mi vengono posti, nella mia attività di consulente ambientale. Una concisa risposta la prova a dare il TAR di Torino, il quale sottolinea che l’ordinanza con la quale si impone la presentazione del piano di caratterizzazione di un sito potenzialmente contaminato deve essere diretta...

Barriera fisica o idraulica: vantaggi, svantaggi e poteri dell’Amministrazione - TAR Firenze, n. 3973/09
02/04/2010

Nella bonifica dei siti contaminati, quando le Amministrazioni competenti hanno aderito al modello della barriera idraulica, quali poteri hanno di cambiare idea, e di imporre la barriera fisica? Il mutamento di idea delle Amministrazioni stesse può avvenire solo sulla base di una congrua ed approfondita motivazione, ed all’esito di un’adeguata istruttoria sugli effetti che la barriera stessa ha sulle dinamiche idriche e geologiche dell’area sottostante, sulle possibili interazioni tre le due tipologie di barriera (idraulica e fisica), al fine di impedire duplicazioni di interventi (con inutile aggravio dei costi) e interazioni negative...

Fine delle manipolazioni interpretative? - Consiglio di Stato, n. 5256/09
07/12/2009

Vanno annullate le prescrizioni, adottate in sede di bonifica dei siti di interesse nazionale, con le quali la Conferenza di servizi ministeriale ha imposto il rispetto del limite di 10 mg/l per l’MTBE in relazione sia agli scarichi delle acque di falda depurate nei corpi idrici superficiali sia allo scarico in fognatura delle medesime acque reflue, da ritenere, invece, sottoposte, in forza dell’art. 243 D.Lgs. n. 152/2006, che chiarisce un principio già insito nel D.Lgs. n. 152/1999, ai limiti di emissioni delle acque reflue industriali. E’ illegittima l’integrazione dei parametri del DM n. 471/1999 in base al parere dell’ISS, anche nel caso di reimmissione delle medesime acque depurate nella falda sotterranea.

Orienteering politico-normativo in materia di omessa bonifica - Andrea Quaranta
28/09/2009

L'omessa bonifica rappresenta uno dei più scottanti temi del recente diritto penale dell'ambiente: uno dei massimi esperti in diritto penale ambientale, la Proff.ssa Alberta Leonarda Vergine, di recente, durante un convegno sulla bonifica dei siti di interesse nazionali contaminati, ha analizzato, con dovizia di particolari, tutti gli aspetti problematici connessi al disinvolto modo di legiferare (anche) in materia del nomoteta italiano... In questa articolo (in corso di pubblicazione sulla rivista Ambiente & Sviluppo, IPSOA) ho messo in luce gli aspetti essenziali dell'intervento, concludendo sulla necessità di un corso di "orienteering politico-normativo" per il nostro legislatore...

Grafica: Andrea Quaranta © 2008-2017 Andrea Quaranta - P.IVA: 07754551005
Privacy Policy
Disclaimer Powered by Diadema Sinergie Hosting: EastItaly